Addio Pediatra di base

Tutti i partiti vecchi e nuovi sembrano concordare che gli italiani non siano degni di continuare ad esistere, e che la nostra bella patria possa meglio prosperare senza di noi. Perché oltre alle culle vuote, alla riduzione degli asili nido che si trovano solo alla trasmissione “chi l’ha visto”, adesso siamo arrivati all’estinzione dei pediatri. Grazie a mirabolanti programmazione universitarie, che ogni anno impegnano Ministero della Salute, Ministero dell’Università, Regioni, Associazioni professionali, Conferenza Stato Regione in tavoli di negoziazione, abbiamo costretto giovani medici a rinunciare a iscriversi a Pediatria in favore di altre specialità.  Questo su base di probabili bisogni di salute, crescite demografiche, pensionamenti, ecc. ecc.

Algoritmi sicuramente da correggere perché un’emergenza simile ci fu già nel 2016/7 con i rianimatori-anestesisti. A dire il vero non siamo soli ad incorre in questi errori , in Francia si sono verificati episodi incredibili di  anestesisti sequestrati in ospedale per settimane perché indispensabili per le operazioni d’urgenza, con addirittura il suicidio di una dottoressa per stress lavorativo. Riprendendo il tema a me caro: l’università, sembra proprio che a fronte di molti disposti a fare sacrifici le opportunità siano loro negate, quelle che in più darebbero opportunità lavorative vere ed immediate.

 Alla prossima influenza chi visiterà i bimbi con la febbre a 39?

Si attendono numeri elevati di pensionamenti di pediatri nonostante la legge Fornero! Proprio per  l’anno prossimo. Possiamo sperare che sui barconi del mediterraneo ci siano pediatri in fuga da Boko Haram. Improbabile.

Altri pediatri della UE verranno difficilmente a lavorare in Italia perché si guadagna troppo poco con troppi pazienti di cui farsi carico. Ci vogliono 4 anni perché un laureato in medicina diventi pediatra… genitori se ne avete uno tenetelo stretto!

A volte creare posti di lavoro è più semplice di quanto possa sembrare, magari leggendo la realtà più direttamente e attraverso meno tavoli negoziali e algoritmi portatori di interessi particolari e rispettando anche le richieste di formazione degli studenti. Quanti giovani che avrebbero fatto il pediatra con amore ho conosciuto! Adesso stanno recriminando contro scelte assurde, magari abilitati in specialità per cui non c’è richiesta. Un esempio: continuiamo a formare Ostetriche che se vogliono lavorare vanno in UK e in Spagna, dove comunque sono molto apprezzate; altrimenti non hanno alcuna probabilità di svolgere la loro professione in Italia. Questa emergenza coinvolgerà presto, denunciano le Associazioni dei medici, i medici di base e di nuovo gli anestesisti che mancheranno in numeri raccapriccianti, che non riporto per evitare crisi di panico. Numeri che possono fare saltare l’attuale modello di sanità pubblica.

Ribadisco che i medici non nascono sotto i cavoli e per formarli ci vogliono 10 anni, non rappresenta un risparmio non sostituire gli attuali medici di base, perché le persone comunque quando stanno male si rivolgono ai Pronto Soccorso e i costi delle prestazioni di questi valgono almeno 100 volte di più. Quindi si nega il futuro ai giovani così, si peggiora la salute e si aumentano i costi. Per anni non si è investito un soldo bucato sulle Università e questo è il bel risultato.

Eppure tutti gli anni migliaia di giovani tentano il test a medicina, inutilmente perché i posti sono veramente pochi. Pochi per i futuri malati, che saranno tanti I quanto gli Italiani invecchiano i e quei pochi giovani che abbiamo li cacciamo via a pedate.            Ciao ciao giovani, ciao ciao pediatri !

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...